Lettori fissi

mercoledì 28 novembre 2012

Love, "another brick in the wall".




Birds - Cosmin Lucacio // Cosminart
Odio che ci sia una prassi nell’amore. Odio dover avere il coraggio di farmi avanti o la pazienza di dover aspettare. Odio progettare, odio vivere nelle possibilità.
È quello che faccio, però. Vivo in bilico in un mondo precario molto instabile che si regge sui “se”, sui “forse” e sui “magari”. I magari sono i peggiori. Illusioni e illusioni che non smettono di torturarti. È come stare sulle nuvole, “Just a step from heaven”. E poi piove, le nuvole si svuotano, e si cade giù. 

Perché l’amore non è facile? Perché, un’altra volta, non partire dai baci, invece che dalle parole?

E se lo definissimo una volta per tutte questo “amore”? Se esistesse una sua perfetta definizione, forse scoprirei di aver amato già mille volte. Io giuro che se mi capitasse, amerei con tutta me stessa, pur non sapendo cos’è. L’ho visto fare altre volte.